Minolta SR-2 anno 1958

La Minolta SR-2 fu prodotta nel 1958 ed era una fotocamera molto avanzata per l'epoca, vantando una serie di caratteristiche significative che la distinguevano da molte delle sue conconcorrenti. Innanzitutto aveva lo specchio a ritorno istantaneo. All'epoca, la maggior parte delle reflex concorrenti utilizzava un sistema in cui lo specchio veniva abbassato solo quando il film veniva avanzato. In secondo luogo, l'SR-2 aveva un sistema di chiusura automatica del diaframma dell'obiettivo. A differenza delle fotocamere della maggior parte degli altri produttori, con l'SR-2 il fotografo poteva comporre e mettere a fuoco a tutta apertura. Questa funzione era semiautomatica, poiché l'obiettivo tornava alla massima apertura solo quando veniva di nuovo avanzato il film.

Le principali caratteristiche della fotocamera erano le seguenti:

reflex a pentaprisma
Otturatore in tessuto sul piano focale completamente meccanico con velocita' da 1-1 / 1000 sec piu' B
Specchio con ritorno istantaneo
Sincronizzazione flash (X e FP)
Messa a fuoco microprismatica fine con lente di Fresnel
Contatore film a ripristino automatico
Autoscatto meccanico con bottone di rilascio
innesto ottica a baionetta
L'innesto a baionetta utilizzato fa si che questa fotocamera, sebbene abbia piu' di 50 anni, sia utilizzabile con l'intera gamma di obiettivi Minolta. L'SR-2 nera e' una fotocamera rara oggi, ed e' considerevolmente meno comune dei modelli successivi SR-1 e SR-7. Era prodotta prevalentemente in versione cromata.





Minolta SR-1 anno 1959-1971

La SR-2 era un'ottima fotocamera molto popolare, tuttavia era molto costosa. Per ottenere maggiori vendite, Minolta produsse una fotocamera con specifiche leggermente inferiori nel luglio 1959. L'SR-1 aveva la velocita' massima di 1/500 sec, e un'ottca meno luminosa, ma per tutti gli altri aspetti era identica alla SR- 2. La Minolta SR-1 doveva subire molte variazioni nel corso dei suoi 8 anni di vita, le modifiche furono apportate per mantenere competitivo il modello con le tendenze dello sviluppo tecnologico. Durante questo periodo la SR-1 e' rimasto come il secondo modello della linea Minolta, e la sua longevita' ha contribuito al fatto che e' il modello piu' facilmente disponibile dalla serie SR disponibile oggi.

I diversi modelli di SR-1 rilasciati nel corso della sua vita sono riassunti qui di seguito:

SR-1 (Modello A) - Modello di base derivato dall'SR-2, ma con una velocita' massima di 1/500sec, senza slitta porta accessori frontale per l'innesto dell'esposimetro esterno e con selettore dei tempi di otturazione che si deve sollevare per impostare la velocita'. Il diaframma rimane chiuso dopo lo scatto e si apre solo caricando l'ottiratore e avanzando la pellicola.

SR-1 (Modello B) - Introdotto nel 1960, il modello B senza slitta porta accessori frontale aveva la scala delle velocita' dell'otturatore moderna e non era piu' necessario sollevare il bottone per cambiare la velocita' dell'otturatore ma bastava ruotarlo. Inoltre, e' stato aggiunto un innesto a baionetta intorno al mirino per facilitare l'innesto della slitta porta-accessori. Il diaframma rimane chiuso dopo lo scatto e si apre solo caricando l'ottiratore e avanzando la pellicola.

SR-1 (Modello C) - Nell'agosto del 1961 Minolta ha apportato un significativo miglioramento ai suoi modelli: il nuovo diaframma e' finalmente completamente automatico e si riapre dopo lo scatto.

SR-1 (Modello D) - Nel 1962 la SR-1 subi' un altro cambiamento significativo con l'introduzione di un nuovo esposimetro esterno alla fotocamera (Minolta SR-Meter 2). Il nuovo esposimetro al selenio era collegato al bottone della velocita' dell'otturatore, il che significa che quando il tempo di otturazione veniva impostato, lo strumento mostrava automaticamente l'apertura del diaframma richiesta.

SR-1 (Modello E) - Nel 1963 la fotocamera aveva un modesto aggiornamento: del tutto uguale al modello D tranne che il suo contafotogrammi diventa rettangolare e viene spostato sul lato destro come poi si vedra' nel modello SR-7.

SR-1 (Modello V) - Nel 1965 Minolta ha cambiato il design del corpo delle sue fotocamere con uno stile piu' squadrato, piu' in linea con l'estetica del design di quel tempo. La commessione con l'esposimetro e' stata semplificata diventando simile ad una slitta portaflash, diversamente dal precedente blocchetto rettangolare di grandi dimensioni. Per il modello f era disponibile il nuovo esposimetro SR Meter-V. Infine, e' stato aggiunto un blocco dello specchio (in alto) che consentiva agli utenti di utilizzare il super grandangolare da 21 mm introdotto da Minolta nel 1962.



Minolta SR-1 (Model B)

La Minolta SR-1 doveva subire molte variazioni nel corso dei suoi otto anni di vita, le modifiche furono apportate per mantenere competitivo il modello con le tendenze dello sviluppo tecnologico. Durante questo periodo la SR-1 e' rimasto il secondo modello della linea Minolta, e alla sua longevita' ha contribuito al fatto che e' il modello piu' facilmente disponibile oggi della serie SR . Il Modello B era enza slitta porta accessori frontale con la scala delle velocita' dell'otturatore moderna








SR-1 (Model E)

Nel 1963 un modesto aggiornamento della fotocamera : il contafotogrammi diventa rettangolare e viene spostato sul lato destro come poi si vedra' nel modello SR-7.








Minolta SR-1 (Model V)

Nel 1965 Minolta ha cambiato il design del corpo delle sue fotocamere con uno stile piu' squadrato, piu' in linea con l'estetica del design di quel tempo. La commessione con l'esposimetro e' stata semplificata diventando simile ad una slitta portaflash, diversamente dal precedente blocchetto rettangolare di grandi dimensioni. Per il modello f era disponibile il nuovo esposimetro SR Meter-V. Infine, e' stato aggiunto un blocco dello specchio (in alto) che consentiva agli utenti di innestare il super grandangolare da 21 mm estremamente profondo introdotto da Minolta nel 1962.




Minolta SR-1s anno 1967

Nel 1967 in seguito al rilascio della SRT101 Minolta ha rilasciato l'ultima versione della serie SR-1; la SR-1s. Questo modello aveva come la SR-2 la velocita' massima dell'otturatore di 1/1000 di secondo, e rimane il modello di secondo livello della nuova SRT101 fino al lancio della SRT100 nel 1971. Utilizzava lo stesso esposimetro del modello V, tuttavia con un cambio di nome in SR Meter-S.




Minolta SR-3 anno 1960

La SR-3 fu lanciata nel 1960 come il terzo modello di fotocamera reflex 35mm di Chiyoda Kogaku. Sostitui' l'SR-2, e fu a sua volta sostituito, nel 1962, dalla Minolta SR-7 che fu la prima fotocamera SLR da 35mm con un esposimetro CdS incorporato. Uno degli obiettivi standard presto disponibili sarebbe il luminoso Auto Rokkor-PF 58mm f1,4 con leva di chiusura per visualizzare la profondita' di campo. Chiyoda Kogaku e' stato uno dei pochissimi produttori di macchine fotografiche giapponesi a produrre il proprio vetro ottico con materie prime come sabbia e elementi rari da utilizzare nella loro produzione ottica.

Miglioramenti apportati all'SR-3 rispetto all'SR-2:

Predisposto per esposimetro al selenio con clip
e' stata introdotta la montatura a baionetta che circonda il mirino per gli accessori.
Schermo di messa a fuoco con telemetro di Dodin.
Come con i suoi predecessori, l'SR-3 e' stato oggetto di miglioramenti nel corso della corsa di produzione. La versione iniziale presentava ancora il diaframma semiautomatico come SR-2 (rimane chiuso dopo lo scatto dell'otturatore, si riapre quando si avanza la pellicola). La versione tardiva, introdotta nel 1961, presentava il nuovo diaframma completamente automatico, che apriva l'obiettivo immediatamente dopo l'esposizione. Anche questa versione tardiva della fotocamera era disponibile in nero




Minolta SR-7 anno 1962

Nel 1962 Minolta sostitui' l'SR-3 con una nuova fotocamera rivoluzionaria, la Minolta SR-7. Nonostante l'aspetto simile alla SR-3, la SR-7 e' stato un cambiamento radicale per l'industria nel suo insieme, poiche' era la prima fotocamera SLR con un esposimetro CdS incorporato. La fotocamera include anche una funzione di blocco dello specchio per facilitare l'uso del nuovo obiettivo super grandangolare da 21 mm

Fotocamera reflex con mirino a pentaprisma;

Otturatore piano focale in tessuto completamente meccanico con velocita' da 1-1 / 1000 sec piu' B
Esposimetro CdS integrato con velocita' dell'otturatore e velocita' del film. La sensibilita' del misuratore e' EV 1-17 su ASA 100
Velocita' ASA da 6 a 6400
Specchio reflex con sistema di ritorno rapido
Mirror Lock-up
Sincronizzazione flash (X e FP)
Messa a fuoco microprismatica fine con lente di Fresnel
Contatore film a ripristino automatico
Blocco automatico dell'otturatore che impedisce la doppia esposizione accidentale
Autoscatto
Attacco ottica a baionetta.

Per il primo anno di produzione, l'SR-7 non aveva un interruttore on / off per l'esposimetro, facendo affidamento sulla fotocamera chiusa nella sua custodia per impedire alla luce di raggiungere la cella di misurazione e quindi consumare la batteria. Naturalmente molti proprietari preferivano tenere le loro fotocamere senza custodia, e cosi' tanti applicavano un pezzo di nastro isolante sulla cella di misurazione per interrompere l'assorbimento di corrente quando la fotocamera non era in uso. Dopo 12 mesi Minolta ha corretto questo inconveniente con un aggiornamento che includeva un interruttore acceso / spento sulla base del corpo. Allo stesso tempo Minolta ha introdotto un nuovo meccanismo di blocco dello specchio nella fotocamera. In precedenza il fotografo doveva prima girare il selettore di blocco dello specchio, quindi scattare perdendo un fotogramma della pellicola. Con il nuovo meccanismo questa procedura non era piu' necessaria. Nel 1965 Minolta cambio' il design del corpo delle sue macchine fotografiche con uno stile piu' squadrato, piu' in linea con le mutevoli esigenze estetiche del design, inoltre, la terza versione di questa fotocamera aveva un nuovo mirino non piu' rotondo ma rettangolare e furono introdotti un nuovo Anglefinder V e un ingranditore del mirino che incorporava un prisma, con il risultato di ottenere un'immagine piu' luminosa e non rivoltata, un miglioramento significativo. Anche il logo Minolta e' cambiato di posizione.



versione prima senza interruttore on/off








versione seconda con interruttore on/off e oculare mirino tondo






versione terza con interruttore on/off, oculare mirino rettangolare e design piu' squadrato









Rokkor Lenses

Minolta SRT

to contact me click on me !