Allievo Piero Colaprico, Matricola 106


Questo ero io! Clicca qui !!



ASPETTO FISICO E METAFISICO: un po ingrassato, ma non subito. Prima si laureato in legge, e sin dal secondo anno si accorto che non gli sarebbe piaciuto n giudicare, n far assolvere, n aprire pratiche. Aveva sbagliato facolt. Visto che voleva campare scrivendo, si in qualche modo adattato al mercato, sopravvive con il 27, ignorando ancora se dentro di s alberghi un eventuale & possibile capolavoro (e di certo non lo chiedo a voi, bastardi, che mi direste di no!!!), ma ogni tanto fa notte pensandoci su. Il pensiero inerte si trasformato in una corazzetta adiposa, utile per Milano e gli ambienti malsani che, a volte, costretto a frequentare.
STATO CIVILE: Ha una bimba che si chiama Caterina (1998), e un bimbo che si chiama Edoardo Ulisse (2002). La loro mamma molto simpatica e buona, sopporta il pap, chiss sino a quando. gi divorziato una volta, ma senza figli.

I LIBRI E IL LAVORO:
I tanti cattivi che ha visto da vicino sono stati frullati, shakerati e infine spalmati in due noir, "Sequestro alla milanese" (1992) e "Kriminalbar" (Garzanti, 1999, uscito anche in edizione tascabile. non faccio per vantarmi, neh). E anche in due gialli scritti a quattro mani con l'anarchico Pietro Valpreda: "Quattro gocce d'acqua piovana" e "La Nevicata dell'85". Il prossimo esce a maggio. Per il resto - dice il Cola - c'eravamo gi visti a Venezia, quindi sapete quasi tutto: comunque, per chi non c'era, sono inviato speciale di Repubblica dall'ormai lontano '89, ho seguito gli anni pi belli (eh gi) di Tangentopoli (termine che ho inventato, posso esibire le prove, ma ormai meglio far finta di nulla) e continuo una navigazione a vista, cercando di non vomitare troppo quando il mare si agita. Come tutti in Italia, del resto.